AREE MEDICHE DI APPLICAZIONE DEL METODO PLASMOLIFTING™

Metodo Plasmolifting™

Plasmolifting™ è un metodo universale, simile a tutti i meccanismi naturali di rigenerazione dell'organismo, che funziona sempre nello stesso modo e differisce solo nella durata, la quale dipende dalle caratteristiche strutturali dei tessuti. Grazie a questo, il metodo trova applicazione in vari settori della medicina, ad esempio medicina estetica, stomatologia, tricologia, ortopedia e traumatologia, medicina dello sport, urologia e ginecologia.

In ciascuna di queste applicazioni, il metodo Plasmolifting ™ ha permesso ai pazienti di sentirsi di nuovo giovani e sani grazie all'attivazione di risorse interne al corpo umano, che ci sono state date dalla natura e che sono accessibili a ciascuno di noi.

LE FASI DELLA PROCEDURA PLASMOLIFTING™

L'essenza del metodo Plasmolifting™ consiste nell'iniettare nel corpo plasma con un contenuto elevato di piastrine, che permette di attivare il processo di rigenerazione cellulare. La procedura Plasmolifting ™ dura al massimo 30 minuti ed è costituita dalle seguenti fasi:

Fase 1 (5 minuti)

Il sangue venoso viene prelevato in un'apposita provetta. Il paziente viene preparato e poi, con un ago flessibile, vengono prelevati da 10 a 60 ml di sangue (in base al protocollo). La perdita di questa piccola quantità di sangue non ha alcun effetto negativo sulla salute del paziente e non compromette il normale funzionamento dell'organismo.

Fase 2 (5 minuti)

Il plasma, contenente le piastrine, è separato dal sangue tramite centrifuga. Per ottenere del plasma con elevate proprietà terapeutiche, il sangue deve essere sottoposto ad adeguata lavorazione. Normalmente, la quantità di piastrine nel sangue umano varia tra 150000/microlitro e 350000/microlitro ma, per avere effetti rigenerativi e stimolanti, il loro numero deve essere aumentato a 1.000.000/microlitro. Il plasma con una concentrazione elevata di piastrine può essere ottenuto centrifugando il sangue in apposite provette biotecnologiche Plasmolifting™. La massima efficienza e sicurezza di questa procedura sono garantite soltanto utilizzando l'apparecchiatura certificata Plasmolifting™. Le provette devono essere poste alla stessa distanza (su posizioni opposte) nella centrifuga.

Fase 3

Il plasma viene iniettato nell'area di trattamento. Le provette certificate Plasmolifting™ permettono la separazione qualitativa del sangue in 3 frazioni: globuli rossi, sospensioni plasmatiche e frazione ricca di piastrine (plasma autologo, ricco di fattori di crescita). Il plasma autologo così ottenuto viene iniettato nelle aree di trattamento. Il plasma autologo è uno stimolante estremamente efficace della rigenerazione biologica, poiché contiene un'alta concentrazione di fattori di crescita (ormoni, proteine e vitamine) nella loro proporzione naturale. Il plasma ricco di piastrine è ottenuto dal sangue del paziente stesso, garantendo così la completa biocompatibilità tra la sostanza iniettata e l'organismo ed escludendo il rischio di reazioni immunologiche e allergiche, oltre che la possibilità di rigetto.

Controindicazioni:

  • stato di ebbrezza
  • disturbi psichiatrici
  • reazioni allergiche agli anticoagulanti (citrato di sodio)
  • neoplasie maligne
  • infezioni acute in corso